Fatturazione Elettronica

Avvio del censimento permamente delle imprese. I vantaggi.

L’Istat ha lanciato il primo Censimento permanente delle imprese. L’obiettivo della rilevazione è quello di aggiornare il quadro sulla struttura e sulla competitività delle imprese, con informazioni desunte dall’integrazione fra i registri statistici e le indagini economiche correnti, cui si aggiungono nuove rilevazioni dirette mirate ad esaminare alcune caratteristiche delle imprese: la proprietà e la gestione, le risorse umane, il mercato e le relazioni tra imprese, la tecnologia, la finanza, l’internazionalizzazione produttiva, la sostenibilità ambientale e la sicurezza. La rilevazione è svolta per la prima volta con cadenza triennale, non più decennale. Il campione coinvolto, che cambia ogni tre anni, è di circa 280.000 imprese con 3 o più addetti e la rilevazione si chiude il 16 settembre 2019.

L’aspetto più rilevante è certamente rappresentato dall’integrazione con dati provenienti dai registri statistici, da cui deriva un’auspicata riduzione del peso burocratico per le imprese. Le integrazioni dei dati provenienti dalle diverse fonti amministrative, in una prospettiva di big data, potrebbero offrire sviluppi fortemente innovativi. Un caso è certamente rappresentato dalla fatturazione elettronica, obbligatoria da inizio anno per tutte le transazioni tra imprese e che ha costituito, nella fase iniziale, un aggravio burocratico per le piccole imprese.